Villa Celimontana

Sul colle Celio sorge un parco molto bello e particolare, uno tra i più caratteristici della capitale. Villa Celimontana, oggi famosa soprattutto per la manifestazione jazzistica che l’Associazione Culturale Villa Celimontana organizza ogni anno, è un’oasi verde dove, qua e là, si possono trovare piccole perle preziose risalenti a diversi periodi temporali, di valore storico molto importante.

L’entrata nella Villa si trova a Piazza della Navicella: la villa sorge su un luogo di età flavia e traianea che era adibito ad ospitare gli accampamenti dei vigilanti notturni. Prima che la famiglia Mattei acquistasse il terreno per farci sorgere la villa attuale, al posto di Villa Celimontana vi era una vigna di prorpietà della famiglia Paluzzelli.

Dopo la famiglia Mattei, Villa Celimontana passò a diversi proprietari, finché non venne acquistata sul finire dell’Ottocento dal barone di Baviera Riccado Hoffmann, al quale fu tuttavia espropriata durante la Prima Guerra Mondiale. Passò quindi allo Stato Italiano che la cedette alla Società Geografica Italiana e divenne parco pubblico solo nel 1928.

Molti reperti scultorei presenti nel complesso sono stati donati ai Musei Vaticani e al Museo Nazionale Romano. Oggi, comunque, Villa Celimontana si presenta come un’ampia collezione di bassorilievi, piante esotiche, marmi funebri, resti basilicali, sculture, fontane e un obelisco egiziano che raccoglie attorno a sé numerose leggende tra cui, quella più famosa afferma che all’interno della sfera posta sulla punta dell’obelisco vi siano contenute le ceneri di Augusto.

Le Città SocialTripper : Barcellona | Roma | Parigi | Londra | Firenze | Milano

Socialtripper è un Network realizzato da New Com Agenzia Web - Roma | PI 02504700606