Roma in una settimana

Sembrerà strano, ma anche una settimana può essere troppo poco per visitare in lungo e in largo. Tuttavia 7 giorni ci permetteranno di visitare i principali luoghi d’interesse con molta calma e tranquillità e senza andare di corsa.

Vi consigliamo innanzitutto di soggiornare in un albergo o in un bed&breakfast vicino al centro storico o vicino a una stazione metro, allo scopo di raggiungere in breve tempo le mete turistiche presenti nei vostri itinerari. La nostra settimana inizierà sabato e si concluderà il venerdì successivo, così avrete tutto il tempo necessario anche per vivere al meglio il week-end romano.

- Sabato

Si partirà dal Colosseo, vero e proprio punto di riferimento principale di Roma, simbolo per eccellenza della gloria e dei fasti dell’antica Roma, monumentale meraviglia tra i punti turistici più visitati al mondo. Da qui prenderemo via dei Fori Imperiali e rimarremo stupiti e affascinati dalla straordinaria veduta della Città Eterna e dall’ambiguo ma affascinante connubio tra tradizione e modernità e dal confondersi di tracce di Storia e di contemporaneo. Giungeremo quindi a Piazza Venezia, dove visiteremo il Vittoriano e l’Altare della Patria: altri luoghi d’interesse della piazza sono il museo del Vittoriano, che ospita mostre di indubbio interesse e valore e il Museo Nazionale di Palazzo Venezia. Da Piazza Venezia raggiungeremo in breve tempo Trastevere passando per la Basilica di Santa Maria in Cosmedin, all’interno del cui portico vi è la nota e fotografatissima Bocca della Verità. Il nostro sabato proseguirà poi per il quartiere artistico di Trastevere, dove ci perderemo tra enoteche, pub, ristoranti tipici e di qualità, birrerie, librerie, negozietti, gelaterie e altri tipi di locali. Un salto alla Basilica di Santa Maria in Trastevere e poi via a partecipare alla movida romana fino a tarda notte...

- Domenica

... oppure no, visto che dovremmo alzarci presto di domenica. Qui ci troviamo davanti a un bivio: mercato di Porta Portese o Piazza San Pietro? Noi consigliamo il secondo, anche perché vedere l’Angelus del Papa a mezzogiorno circondati da folle di tutte le lingue e di tutte le nazioni è un’esperienza unica e imperdibile. Da qui poi procederemo verso Castel Sant’Angelo, e poi fino a Campo de’ Fiori. Ci perderemo dunque tra i negozietti e tra le suggestive stradine del centro storico, che a volte scoprono veri e propri angoli di bellezza nascosti nel verde o sotto un portico pittoresco e particolare. Da Campo de’ Fiori al Pantheon il passo è breve: dopo aver visitato questo straordinario luogo di culto, continueremo a girare per le vie del centro storico, scoprendo passo dopo passo, punti d’interesse che non appaiono su nessuna cartina ma che sicuramente vi rimarranno impressi nel cuore e nella mente.

- Lunedì

Dirigiamoci verso il Campidoglio e visitiamo i Musei Capitolini, dopodiché, visto che siamo a Piazza Venezia, prenderemo via del Corso ed esploreremo le decine e decine di negozi che costellano la via: non dimenticate di fare un salto a Piazza Colonna, procedendo dritti taglieremo poi per via Margutta, la strada dei pittori per eccellenza, ci perderemo tra gallerie d’arte e mostre di stupefacente bellezza, infine allungheremo verso il tridente che porta a Piazza del Popolo: via Ripetta, via del Babuino o la tanto amata dagli appassionati dello shopping via Condotti? Da qui in poi si procede verso Piazza del Popolo, una delle piazze più grandi della città: riprendete tutto il fiato necessario, ora si sale verso quella che è considerata una delle più belle terrazze di Roma, il Pincio. Da qui, infine, due passi in uno dei tanti polmoni verdi della città, ovvero Villa Borghese, con i suoi musei (tra tutti la Galleria Borghese) e le sue passeggiate.

- Martedì

Giornata dedicata al Vaticano: la visita ai Musei Vaticani e alla Basilica di San Pietro, infatti, ci occuperanno buona parte della giornata, ma sono tappe assolutamente obbligatorie: mica vorrete saltare la Cappella Sistina e il luogo più importante del culto cattolico? Rimarrete stupefatti dalle meraviglie di questi luoghi e alla fine vi sentirete stanchi ma con la mente piena di immagini e di ricordi. E visto che lo spazio per immagini memorabili c’è sempre, saliamo lungo la passeggiata del Gianicolo e soffermiamoci a vedere uno dei panorami più straordinari della città.

- Mercoledì

Questa giornata invece la dedichiamo a visitare altri punti d’interesse molto importanti di Roma: partiamo da San Giovanni, dove visiteremo la Basilica di San Giovanni in Laterano, madre e capo di tutte le chiese e le basiliche della città di Roma e del mondo, poi spostiamoci verso le Terme di Caracalla e dirigiamoci in direzione dell’Appia Antica, vero e proprio esempio di ingegneria stradale moderna. Sull’Appia Antica non mancheremo di visitare le catacombe di San Sebastiano e di San Callisto: il percorso comprenderà anche le catacombe di Domitilla (sulla via Ardeatina) e le catacombe di Priscilla (sulla Salaria).

- Giovedì

Oggi andremo invece all’Eur, il quartiere "professionale", moderno e futuristico di Roma, dove potremo visitare alcuni musei, tra cui il più importante è senza dubbio il Museo della Civiltà Romana. Da qui procederemo verso via Ostiense, fino a raggiungere la Basilica di San Paolo Fuori le Mura. Alla fine di via Ostiense, invece, ammireremo la Piramide Cestia, e da qui potremo decidere se visitare il Cimitero Acattolico (ne vale davvero la pena), ritornare verso il Colosseo (giusto per dargli di nuovo un’occhiatina), salire sull’Aventino (probabilmente la zona residenziale più bella della città), o dirigerci verso la Domus Aurea e poi spostarci verso il Circo Massimo. Da qui ci muoveremo verso Trastevere e saliremo in direzione del quartiere di Monteverde e potremo rinfrancarci visitando la piccola e graziosa Villa Sciarra o il parco più grande di Roma, ovvero Villa Pamphilj.

- Venerdì

Di venerdì si torna al centro! Visiteremo perciò i punti di maggiore interesse, come Piazza di Spagna, bellissima soprattutto durante la calda stagione, Fontana di Trevi (con lancio della monetina compreso), e saliremo su verso via Vittorio Veneto, vero e proprio cuore nevralgico della "dolce vita" romana e portata in auge da Federico Fellini alla fine degli anni Cinquanta. Da qui poi potremmo decidere se recarci nel particolare quartiere di San Lorenzo, di giorno quasi un paesino a sé stante, di notte cuore pulsante della movida romana, o verso il più tranquillo e "artistico" rione Monti, in zona Cavour, ricco di enoteche, gallerie e negozietti particolari. Domani si ritorna a casa: dunque, godetevela fino in fondo!

Le Città SocialTripper : Barcellona | Roma | Parigi | Londra | Firenze | Milano

Socialtripper è un Network realizzato da New Com Agenzia Web - Roma | PI 02504700606