Roma a piedi

Visitare Roma a piedi è secondo noi il modo migliore per vivere la città eterna in tutte le sue sfaccettature. Roma è inoltre una città molto fortunata dal punto di vista climatico, con temperature mai rigide neppure d’inverno. Tuttavia il tempo migliore per visitare Roma è secondo noi la primavera, quando comincia a fare più caldo (ma non troppo) e le giornate si allungano.

Proponiamo in questa sezione due itinerari a piedi partendo da uno snodo centrale e comune, che è la Stazione Termini, e giungendo (non a caso) in due tra i punti più belli della città, dove sarà possibile ammirare Roma in tutta la sua interezza, un sospiro di sollievo e un ristoro per la vista e per la mente dopo tante scarpinate.

- 1° itinerario: da Termini al Gianicolo

Questo è un itinerario abbastanza lungo da fare a piedi ma ne vale assolutamente la pena. Dedicateci una giornata intera, non ve ne pentirete assolutamente. Se siete a Termini uscite in direzione di Piazza dei Cinquecento e scendete lungo via Cavour. Se volete potrete passare anche dall’interno, visitando di conseguenza i caratteristici vicoli del rione Monti, uno tra i più belli e particolari della capitale vista l’atmosfera d’arte e cultura (ma anche di popolarità) che si respira a ogni angolo. Arrivati alla fine della strada, siete giunti su via dei Fori Imperiali, magnificenti rovine che testimoniano la grandezza della Roma antica: qui potrete infatti vedere uno spettacolo archeologico unico al mondo e studiare l’incredibile percorso di espansione territoriale che l’impero Romano fece partendo da questa città e arrivando fino ai territori meno conosciuti dell’Europa del nord e dell’est.

Da questo punto il nostro percorso subisce una diramazione: a destra infatti avete Piazza Venezia, a sinistra il Colosseo. Andiamo in direzione del Colosseo, uno spettacolo imponente a cui più ci avviciniamo più resteremo a bocca aperta. Non a caso il Colosseo è considerato una delle sette meraviglie del mondo: monumentale all’esterno, così come spettacolare al suo interno, vedere per credere, e vi raccomandiamo di visitarlo, perché certi monumenti storici solo una città come Roma ce l’ha e sono assolutamente da non perdere.

Una volta visitato il Colosseo, facciamo il giro del monumento e percorriamo un po’ di strada fino ad arrivare al Circo Massimo. Chi di voi ha visto "Ben Hur"? Beh, è qui che è ambientata (ma non girata) la più famosa scena del film, la corsa delle bighe. Il Circo Massimo è una piccola oasi di verde dove poter passeggiare in tutta tranquillità e calma godendovi ai lati le bellezze della città eterna.

Usciamo dal Circo Massimo e avviciniamoci al popolare quartiere di Trastevere. Potete passare per Porta Portese (il mercato più famoso della città aperto solo la domenica mattina), oppure all’interno, passando per Piazza de’ Mercanti e ritrovarvi in meno che non si dica in uno dei quartieri più belli e caratteristici della città. Perdetevi tra i vicoletti storici del quartiere, resterete a occhi aperti e a bocca spalancata e vi sentirete catapultati in un piccolo paesino dove bar e negozietti sono a ogni angolo di strada.

Da qui prendete via Mameli e salite lungo tutta via Garibaldi: la salita è discreta, ma vi ritroverete in breve tempo in uno dei belvedere più belli della capitale: il Gianicolo. Da qui potrete ammirare la città eterna in tutto il suo splendore: ormai il sole starà per tramontare e Roma al tramonto è uno spettacolo che riempie davvero il cuore e resterà uno dei ricordi più belli della vostra vacanza romana.

Abbiamo fatto più di due passi, ma ne è valsa la pena, no?

- 2° Itinerario: da Termini a Villa Borghese

Anche il secondo itinerario parte dalla Stazione Termini, punto di incontro tra le due linee della metropolitana e capolinea di moltissime linee di autobus. Da qui, invece che uscire a Piazza dei Cinquecento e prendere via Cavour, uscite in direzione Piazza della Repubblica, ammirate gli straordinari resti delle Terme di Diocleziano e scendete lungo via Nazionale. Superate il Palazzo delle Esposizioni e continuate a scendere, finché non vedete uno scorcio del complesso monumentale del Vittoriano: siamo arrivati a Piazza Venezia. Una visita al Vittoriano è pressoché obbligatoria, anche da qui sopra potrete vedere infatti un bellissimo panorama della città.

Da Piazza Venezia potete salire un po’ verso Trastevere e arrivare alla Basilica di Santa Maria in Cosmedin, all’interno del cui portico, vi è la famosa Bocca della Verità. Dopo aver visitato la basilica paleocristiana e messo la mano nella Bocca (la infilerete anche voi, no?), tornate a Piazza Venezia e andate verso via del Corso, una delle strade della capitale più rinomate per lo shopping. Via del Corso congiunge Piazza Venezia a Piazza del Popolo, ma siamo convinti che vi fermerete più volte lungo il percorso ad ammirare tutte le vetrine dei negozi che costellano la strada.

Da via del Corso prendete via del Tritone e raggiungerete in breve tempo la Fontana di Trevi. Il rumore dell’acqua, il complesso scultoreo, la folla di turisti: niente di questo deve intimorirvi, siete davanti a uno dei monumenti più famosi della città eterna. E non lanciate la monetina nell’acqua: siamo convinti che a Roma ci ritornerete, e presto! Se invece siete amanti delle tradizioni, beh, allora, fatelo, ma da distanza ravvicinata, ci raccomandiamo!

Ora, tornate su via del Tritone e prendete via dei Due Macelli: seguite tutta la strada e superate la Fontana della Barcaccia e guardatevi intorno: sì, siete proprio giunti a Piazza di Spagna: inconfondibile, vero? Accomodatevi un po’ sulla scalinata a osservare il brulicare di romani e turisti che affollano la piazza, guardatevi alle spalle, l’obelisco che sormonta la piazza e ancora più su il Pincio, una delle migliori vedute di Roma.

Quando vi siete riposati abbastanza, riprendiamo il cammino, e raggiungiamo via del Babuino, una delle vie del tridente di strade che porta a Piazza del Popolo e anch’essa molto rinomata per lo shopping di lusso. Una volta giunti in una delle piazze più importanti d’Italia, cominceremo a guardarci intorno e a individuare una ripida scalinata: sì, dobbiamo salire, non siamo mica in pianura, ma vedrete che la sfacchinata varrà sicuramente la pena. Dopo questa discreta salita, infatti, potremmo nuovamente riposarci avendo la città di Roma ai nostri piedi: siamo al Pincio, la più straordinaria terrazza centrale della città, da cui si potrà ammirare la città eterna ai nostri piedi in tutta la sua bellezza, possiamo ben dirlo, eterna. Da qui il ristoro è garantito: una passeggiata immersi nel verde di Villa Borghese non ce la toglie proprio nessuno, e per i più stanchi (e pigri), non vi preoccupate: in questo parco ci sono panchine a ogni angolo!

Le Città SocialTripper : Barcellona | Roma | Parigi | Londra | Firenze | Milano

Socialtripper è un Network realizzato da New Com Agenzia Web - Roma | PI 02504700606