Palazzo Madama

Nei pressi di Piazza Navona, su Corso Rinascimento, sorge Palazzo Madama, attuale sede del Senato, e per molto tempo residenza nobiliare e pontificia.

Il territorio, in origine, era di proprietà dei monaci di Farfa, i quali lo cedettero in seguito al governo francese, e questo a sua volta lo consegnò al vescovo Sinulfo. Agli inizi del Cinquecento, l’edificio costruito sul terreno fu acquistò a rate da Giovanni de’ Medici, futuro papa Leone X, che lo fece diventare la residenza della famiglia, oltre che un punto di riferimento molto importante per la cultura umanistica.

A dargli l’attuale nome fu Margherita d’Austria che, fresca vedova di Alessandro de’ Medici, sposò Ottavio Farnese e soggiornò per molto tempo nel palazzo.

Dopo il passaggio alla famiglia dei Lorena, il palazzo divenne proprietà di papa Benedetto XIV, che lo fece diventare la sede del governo pontificio. Nella metà dell’Ottocento, per volere di papa Pio IX, Palazzo Madama divenne la sede delle Poste Pontificie. Fu solo nel 1871 che Palazzo Madama divenne la sede del Senato e i suoi interni furono ampliati e arricchiti da affreschi di indubbio valore.

Tra le diverse sale da annoverare per importanza artistica e politica, sono da annoverare senz’altro: l’Aula del Senato spicca per il Velario, il panno dipinto sul soffitto, e per le iscrizioni presenti, una riguardante la Repubblica, l’altra, appartenente a Vittorio Emanuele II, relativa all’Unità d’Italia; la Sala Maccari, così chiamata in onore di Cesare Maccari che la affrescò, ospita raffigurazioni allegoriche dei valori italiani e dipinti che raccontano le vicende più importanti del Senato romano; La Buvette è ricca di decori, e ospita un arazzo mediceo risalente al Cinquecento.

Le Città SocialTripper : Barcellona | Roma | Parigi | Londra | Firenze | Milano

Socialtripper è un Network realizzato da New Com Agenzia Web - Roma | PI 02504700606