Fontana del Nettuno

A Piazza Navona c’è una fontana che è considerata (ingiustamente) la minore rispetto alle altre due, tant’è che rimase disadorna per oltre tre secoli fin dalla sua costruzione, ideata e progettata da Giacomo Della Porta. Stiamo parlando della Fontana del Nettuno, conosciuta inizialmente come Fontana dei Calderai, per il nome della via che si trovava nei pressi.

Alla fine dell’Ottocento il Comune di Roma realizzò un bando di concorso per la realizzazione del complesso scultoreo per adornare la fontana: dopo molte vicissitudini, il concorso giunse finalmente a conclusione e a vincerlo furono Gregorio Zappalà e Antonio Della Bitta.

Mentre al primo si devono le sculture laterali, il Nettuno vero e proprio che poi dette il nome alla fontana, è opera del secondo. Zappalà aveva pensato a una "mora" al centro della fontana, ovvero alla donna del Moro che sovrastava l’altra fontana, tra l’altro una figura attinente ai temi del bando, ma a spuntarla fu Della Bitta, con il suo "Nettuno lotta contro una piovra". Zappalà si limitò dunque a realizzare il complesso perimetrale "Le Nereidi con putti e cavalli marini".

Oggi, seppur considerata la "sorella minore" tra le fontane di Piazza Navona, la Fontana del Nettuno fa comunque la sua maestosa figura, attirando stupore, curiosità e ammirazione.

Le Città SocialTripper : Barcellona | Roma | Parigi | Londra | Firenze | Milano

Socialtripper è un Network realizzato da New Com Agenzia Web - Roma | PI 02504700606