Chiesa di Santa Susanna

La Chiesa di Santa Susanna si trova a via XX Settembre, nel rione Trevi, ed è uno dei luoghi di culto più antichi di Roma e sorge sui resti di due case romane appartenute a Gabinio e Caio, di cui Susanna era rispettivamente figlia e nipote. La donna fu martirizzata sotto Diocleziano poiché, convertita al cristianesimo, prima rifiutò di sposare il figlio adottivo dell’imperatore, poi si rifiutò di adorare Giove: a questo punto Diocleziano non poté più sopportare le negazioni della donna e ne ordinò la decapitazione. I resti delle due case su cui sorge la chiesa si possono vedere oggi sotto il pavimento vetrato della chiesa.

La chiesa originaria risale all’800 e aveva una struttura paleocristiana, ma è stata completamente rifatta nel 1475, per i lavori commisionati da papa Sisto IV, mentre la facciata è a opera di Carlo Maderno e venne realizzata nel 1603: proprio la facciata è un esempio monumentale dell’arte barocca, in quanto i movimenti curvilinei ben si adattano al concetto secondo il quale l’edificio assume un ruolo fondamentale sul mondo urbano, sporgendosi e dominando lo spazio circostante.

L’interno della Chiesa di Santa Susanna è interamente affrescato da tele raffiguranti prevalentemente le vicissitudini e il conseguente martirio di santa Susanna. Tra gli autori principali che è possibile ammirare vanno senz’altro annoverati Baldassarre Croce, Paris Nogari, Tommaso Laureti, Cesare Nebbia e Giovan Battista Pozzo.

Le Città SocialTripper : Barcellona | Roma | Parigi | Londra | Firenze | Milano

Socialtripper è un Network realizzato da New Com Agenzia Web - Roma | PI 02504700606