Chiesa di Sant’Ignazio di Loyola

Tra Via del Corso e Piazza di Pietra c’è una delle chiese barocche più belle e caratteristiche di Roma, la Chiesa di Sant’Ignazio di Loyola, risalente al 1626, costruita per volere del cardinale mecenate Ludovico Ludovisi in onore del fondatore dei Gesuiti, scomparso 4 anni prima e in quell’anno fresco di canonizzazione. La Chiesa di Sant’Ignazio di Loyola è stata costruita da diversi architetti, tra i quali sono da annoverare soprattutto il gesuita Orazio Grassi, a cui poi susseguì Antonio Sasso.

La facciata della chiesa segue il modello della Chiesa del Gesù, in quanto è strutturata in 2 ordini: l’inferiore è costituito da 3 aperture che consentono di accedere alla chiesa, mentre sul superiore vi è una finestra che permette di far entrare la luce e illuminare la navata.

La pianta della chiesa è a croce latina ed è costituita in tutto da sei cappelle laterali. Sul pavimento della navata è possibile posizionarsi in alcuni punti segnati e guardare in alto due capolavori della prospettiva: l’affresco di Andrea Pozzo sulla volta, "La gloria di S. Ignazio", e la finta cupola, sempre realizzata dal Pozzo nel 1685, estesa su una tela di 17 metri di diametro, che sostituisce l’effettiva cupola progettata e mai realizzata e che risulta impressionante per l’effetto prospettico che riesce a conferire.

Nella Cappella Ludovisi è inoltre possibile ammirare il monumento funebre dedicato a papa Gregorio XV, di cui Ludovico Ludovisi era il nipote, ivi sepolto.

Le Città SocialTripper : Barcellona | Roma | Parigi | Londra | Firenze | Milano

Socialtripper è un Network realizzato da New Com Agenzia Web - Roma | PI 02504700606