Chiesa di Sant’Agnese in Agone

Il luogo dove ora c’è Piazza Navona, ai tempi dell’antica Roma era denominato Stadio di Domiziano. Fu qui che morì una ragazza cristiana, Agnese, a causa delle persecuzioni.

La Chiesa di Sant’Agnese in Agone fu progettata nel 1652 da Girolamo Rainaldi, per volere di papa Innocenzo X, della famiglia Pamphilj, i cui resti ora dimorano all’interno della chiesa. Il progetto fu mutato da Francesco Borromini, che prese in mano la direzione dei lavori dal 1653 al 1657: i cambiamenti più rilevanti furono l’ampliamento della distanza tra le due torri integrate nel prospetto e la forma concava della facciata, finalizzata a mettere maggiormente in risalto la cupola. Carlo Rainaldi, figlio di Girolamo, completò infine i lavori nel 1672.

All’interno della Chiesa si possono ammirare gli affreschi del Baciccia, di Ciro Ferri e di Sebastiano Corbellini, le sculture di Piero Paolo Campi e Melchiorre Caffà, i dipinti di Domenico Guidi, Ercole Ferrata, Francesco Rossi e Antonio Raggi e le numerose decorazioni auree.

Davanti alla Chiesa di Sant’Agnese in Agone, inoltre, è possibile ammirare la Fontana dei Quattro Fiumi, ad opera dell’acerrimo rivale del Borromini, ovvero Gian Lorenzo Bernini, costruita circa due-tre anni prima della Chiesa.

Le Città SocialTripper : Barcellona | Roma | Parigi | Londra | Firenze | Milano

Socialtripper è un Network realizzato da New Com Agenzia Web - Roma | PI 02504700606