Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri

A volte capita di chiedersi dove si trova il luogo che si sta cercando quando ci magari lo si ha davanti. Vi è mai capitato di domandare a un passante dove si trova "via tal dei tali" e quello vi risponde, quasi con sdegno, "E’ questa!", indicando la targa sopra le nostre teste? Beh, davanti alla Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri, capita spesso di smarrirsi e di domandarsi dove sia la Basilica, perché dall’esterno, per forme e dimensioni, non ci si aspetterebbe affatto che questo monumentale complesso risalente a Diocleziano sia in realtà la Basilica che stiamo cercando.

La Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri, situata a Piazza della Repubblica, fu costruita da Michelangelo Buonarroti (e ultimata da Giacomo Del Duca e Luigi Vanvitelli). La genesi della Basilica si deve a una visione che un sacerdote, Antonio Del Duca, ebbe nel 1541, e che consisteva in una luce molto forte e candida proveniente dalle Terme di Diocleziano, al cui centro vi erano sette martiri. Era da quel punto, dunque, che sarebbe dovuta sorgere una Basilica, ma mentre il progetto non fu affatto seguito dall’attuale papa, Paolo III, i due successori, Marcello II e Paolo IV, accettarono di esaudire il desiderio di Del Duca. Visto il breve pontificato di Marcello II, fu Paolo IV a dare ufficialmente il via ai lavori, commissionandoli a Michelangelo Buonarroti.

Questi, vista la magnifica struttura delle Terme di Diocleziano, decise di sacrificare il proprio genio per metterlo al servizio del complesso, lasciando inalterati molti interni. La Basilica è a croce greca (ovvero la navata ha la stessa lunghezza del transetto, incontrandosi a metà lunghezza), e al suo interno è possibile ammirare numerose opere scultoree e figurative a opera di Domenichino, Pomarancio, Romanelli, Maratta e Pietro Bianchi.

Ma un’altra straordinaria opera, se così si può chiamare, è la Meridiana dell’astronomo Francesco Bianchini, commissionatagli da papa Clemente XI per il Giubileo del 1700. La Meridiana, denominata anche "Linea Clementina", è una linea bronzea che funge da strumento di misurazione del tempo finalizzato, oltre ad adornare la crociera della Basilica, a confermare l’esattezza del calendario gregoriano e a indicare correttamente, seguendo i moti del sole e della luna, la domenica della Pasqua.

Qui sono stati seppelliti anche grandi eroi della Prima Guerra Mondiale, come Vittorio Emanuele Orlando e Armando Diaz, e, vista la sua ubicazione, la Basilica viene spesso usata per i funerali di Stato.

Le Città SocialTripper : Barcellona | Roma | Parigi | Londra | Firenze | Milano

Socialtripper è un Network realizzato da New Com Agenzia Web - Roma | PI 02504700606