Basilica di San Marco Evangelista al Campidoglio

Accanto a Palazzo Venezia, a ridosso della piazza omonima e vicina al Campidoglio, si erge una Basilica che, sia dall’interno sia dall’esterno, riveste un’importanza artistica non indifferente, grazie alle diverse influenze rinascimentali e barocche. Stiamo parlando della Basilica di San Marco Evangelista al Campidoglio, fatta edificare da papa Marco nel 336 per commemorare l’omonimo Evangelista, fatta riedificare 550 anni più tardi da papa Gregorio IV e ulteriormente ricostruita attorno al 1470 per volere di papa Paolo II.

E’ di quest’ultimo periodo il rifacimento della facciata per opera, probabilmente, di Francesco Del Borgo, seguace di Leon Battista Alberti, tramite il riutilizzo di marmi e travertini presi dal Teatro Marcello, dal Colosseo e da altri edifici antichi.

Gli ultimi lavori che hanno dato alla Basilica l’aspetto attuale, risalgono al Seicento e al Settecento: in questo periodo fu data una maggiore impronta barocca soprattutto negli interni. Ed è proprio all’interno che si possono ammirare alcune opere di inestimabile valore, che portano la firma di Carlo Monaldi, Clemente Orlando, Pier Francesco Mola, Melozzo da Forlì e Antonio Canova: a quest’ultimo si deve il monumento funebre dedicato a Lorenzo Pesaro, figlio dell’ambasciatore di Venezia, morto prematuramente all’età di sedici anni.

Se alzate gli occhi al cielo, inoltre, potrete ammirare il meraviglioso soffitto ligneo cassettonato, risalente al Quattrocento, l’unico rimasto oggi oltre a quello della Basilica di Santa Maria Maggiore.

Le Città SocialTripper : Barcellona | Roma | Parigi | Londra | Firenze | Milano

Socialtripper è un Network realizzato da New Com Agenzia Web - Roma | PI 02504700606