Arco di Costantino

Vicino al Colosseo e all’Arco di Tito è possibile restare meravigliati da uno dei più grandi e imponenti archi onorari giunti fino al nostro tempo. L’Arco di Costantino è un compendio di scultura romana perché composto da diversi frammenti appartenuti ad altri monumenti dedicati prevalentemente agli imperatori Adriano, Traiano e Marco Aurelio, i "buoni" imperatori, di cui Costantino veniva considerato l’erede designato.

L’Arco di Costantino si trova sulla via dei trionfi, quella percorsa da diversi imperatori romani allo scopo di celebrare imprese e vittorie (e le Vittorie sono infatti uno dei temi scultorei più frequenti sull’Arco).

L’Arco venne fatto erigere in onore della battaglia vinta da Costantino contro Massenzio nel 312 d. C.. Non essendovi molte informazioni da parte delle documentazioni storiche, tutto ciò che si sa di quest’Arco lo si può evincere dai frammenti di cui è composto e dalle iscrizioni presenti, la più famosa (e discussa) delle quali si trova sopra il fornice centrale. Questa recita:

"All’Imperatore Cesare Flavio Costantino Massimo, Pio, Felice, Augusto, il Senato e il popolo romano poiché per ispirazione della divinità e per la grandezza del suo spirito con il suo esercito vendicò a un tempo lo stato su un tiranno e su tutta la sua fazione con giuste armi, dedicarono questo arco insigne per trionfi".

La frase che fa più discutere è quell’"Istinctus Divinitatis" che in molti rimandano all’apparizione della Croce che Costantino vide prima di vincere la battaglia e che, per molte fonti storiche, fu l’inizio delle sue simpatie verso il cristianesimo. Altri invece affermano che a quel tempo Costantino non aveva ancora minimamente pensato all’idea di iniziare la sua politica di apertura verso il cristianesimo, preferendo piuttosto una indifferente tolleranza.

Le Città SocialTripper : Barcellona | Roma | Parigi | Londra | Firenze | Milano

Socialtripper è un Network realizzato da New Com Agenzia Web - Roma | PI 02504700606